buy cheap windows 10 key winddows 10 product key sale buy office 2016 key office 2016 key store windows 10 key cheap buy windows 7 key

Barletta Jazz Festival

2/1/2015
Sabato 3 doppio appuntamento con il Barletta Winter Jazz Nights
Al Cialuna - Libri Eventi Gusto nel pomeriggio Enrico Merlin in "Bitches Brew". In serata l'Eugenio Macchia Trio

Sabato 3 gennaio doppio appuntamento con il Barletta Winter Jazz Nights, entrambi al Cialuna - Libri Eventi Gusto.
Alle ore 18.00 si esibirà Enrico Merlin in "Bitches Brew", un incontro in musica con l'autore.
Alle ore 21.00 sul palco salirà l'Eugenio Macchia Trio, vincitore Concorso Massimo Urbani 2014. Ingresso con degustazione.

Enrico Merlin all'attività di musicista e compositore, da molti anni, affianca con grande successo quella di storico della musica del '900. Questi due mondi, che raramente si incontrano nella vita di un artista, danno vita ad una capacità creativa e divulgativa di rara forza espressiva.
Nel ruolo di chitarrista e manipolatore sonoro ha partecipato ad oltre 35 produzioni discografiche (tra cui con Steven Bernstein, Giorgio Gaslini, Michael Manring, Rova Saxophone Quartet, e Markus Stockhausen) e a molti Festival internazionali al fianco di artisti di primo piano (tra cui Carla Bley, Mederic Collignon, Garrison Fewell, Paolo Fresu, Mark Baldwin Harris, Lee Konitz, Boris Savoldelli, Maria Schneider, Giovanni Sollima, Elliott Sharp, John Surman, Steve Swallow, Henry Threadgill, Tino Tracanna). E' stato leader di diverse formazioni tra cui Tiger Dixie Band e Funky Football e più recentemente del Merlin UN-Covered Music Project, gruppo selezionato dalla rivista JazzIt per rappresentare il nuovo Jazz italiano alla trasmissione televisiva Webnotte di Repubblica TV/ Radio Capital TV. Tra le produzioni discografiche più recenti spiccano il disco in solo «Unframed... Straight Ahead!» (realizzato grazie alla tecnica del crwdfunding), «Act I: Notes in Freedom» (con il trio di chitarre Schwingungen 77 Entertainment, di cui fanno parte Andrea Massaria e Alessandro Seravalle) e la partecipazione al disco dei NAD (alias Roberto Zorzi e Nic Cosmo Salerno).
Scrive musica per il teatro e per documentari e con Andrea Brunello promuove una forma innovativa di interazione tra musica e parola, definita «Jazz Teatrale»; con lo spettacolo «Il Principio dell'Incertezza (The Principle of Uncertainty)», nel 2013, si è esibito per un mese intero al Fringe Festival di Edimburgo.
Sul versante musicologico è riconosciuto quale uno dei massimi esperti della musica di Miles Davis e negli anni '90 è stato nominato da Gordon Meltzer (ultimo produttore dell'artista) discografo ufficiale. Dell'artista ha inoltre compilato il catalogo commentato delle opere edite ed inedite, in parte pubblicato in edizioni cartacee e multimediali (tra cui il corredo discografico del DVD «A Different Kind of Blue – Miles Davis at Isle of Wight», Eagle Vision).
È stato ideatore e curatore delle mostre multimediali «I Suoni di Miles Davis» per Veneto Jazz Festival nel 2006, «Miles Davis, tra visibile e invisibile» per Clusone Jazz nel 2009 e «Kind of Miles» per i Teatri di Reggio Emilia nel 2011.
Nel 1996 è stato invitato al convegno annuale dedicato a Miles Davis, tenutosi presso la Washington University di St. Louis, dove ha presentato un'innovativa teoria relativa all'uso di «frasi in codice» come sistema di conduzione non verbale. La trascrizione dell'intervento è stata successivamente assunta quale testo di riferimento nel corso «Music E-145, Electronic Music, History and Aesthetics of Popular Music Since the 1960s» presso la Harvard University Extension School.
Nel settembre del 2009 ha pubblicato per Il Saggiatore il libro «Bitches Brew – Genesi del capolavoro di Miles Davis», scritto in coppia con Veniero Rizzardi; il volume è stato tradotto anche in spagnolo e pubblicato da Global Rhythm.
Nel novembre del 2012, sempre per Il Saggiatore, è uscito «1000 dischi per un secolo. 1900-2000», volume di 960 pagine dedicato alla storia della musica occidentale del XX secolo vista attraverso l'evoluzione del supporto fonografico e i principi innovativi dei linguaggi musicali.
Tiene con regolarità seminari presso scuole di specializzazione musicale e conservatori nazionali.
Nel 2014 entra a far parte del prestigioso corpo docenti dei Seminari di Nuoro Jazz.
Dal 2003 è direttore artistico di NonSoleJazz Festival, ora TrentinoInJazz.

ENRICO MERLIN - chitarra

--------------------------------------------------------------------

Anche quest’anno si mantiene costante l’impegno del Barletta Jazz Festival nell’ambito della valorizzazione dei giovani talenti del jazz nazionale e internazionale.
Vincitore quest’anno del prestigioso “Premio Intenazionale Massimo Urbani”, Eugenio Macchia studia piano classico e in seguito armonia jazz con George Cables, Kenny Barron e Dave Kikoski. Nel Luglio 2010 vince la “LUCA FLORES PIANO COMPETITION” di Firenze e appena due settimane più tardi si aggiudica l’"INTERNATIONAL JIMMY WOODE AWARD” come miglior pianista. Nel Luglio 2011 è tra i finalisti della prestigiosa "Martial Solal Competition" di Parigi che ogni 4 anni seleziona 40 giovani pianisti da tutto il mondo, ma deve rinunciarvi perché proprio in quei giorni viene invitato ad esibirsi al “Dizzy’s Club Coca Cola” di New York presso il “Jazz at Lincoln Center” per una settimana di concerti negli after hours con il Kenny Barron 4et.
Ospite del festival internazionale di Tuscia in Jazz 2011, ha l’occasione di registrare un disco dal vivo con George Garzone.
Nel Febbraio del 2012 registra il suo primo disco da leader con Dario Di Lecce al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Il disco, che si intitola “In Between”, esce nel maggio 2012 anch'esso per la Pianoseries di Auand Records.

EUGENIO MACCHIA - pianoforte
FRANCESCO ANGIULI - contrabbasso
VLADIMIR KOSTADINOVICH - batteria


Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti per il concerto di Enrico Merlin "Bitches Brew"
Ingresso con degustazione per il concerto di Eugenio Macchia Trio - Prenotazione presso Cialuna – tel. 0883.348377 / 348.9307765

Informazioni:
Tel. 340.7306779
Email: info@barlettajazzfestival.it
www.facebook.com/barlettajazzfestival



 
 
CREDITS